venerdì 23 marzo 2012

STRACOTTO DI MANZO

Ricetta casalinga che preparo abbastanza spesso in inverno e che mi risolve la cena all'ultimo momento.
Tra l'altro cerco sempre di preparare abbondante salsa in modo da avere un sughetto gustoso per condire la pasta, così ottengo un risultato doppio!

Ingredienti:

Pesce (o aletta) di manzo: 1kg
1 cipolla
2 carote
1 costa di sedano
1\2 lt di vino rosso corposo
brodo vegetale, sale, pepe, alloro qb
burro 50gr
Amido di mais (Molino Chiavazza)

Utilizzo questo taglio di carne, fondamentale per l'ottima riuscita del piatto, perchèha un costo contenuto ed il risultato è molto tenero e morbido allo stesso tempo, la carne ha una venatura centrale che si scioglie con la lunga cottura e che conferisce un risultato finale molto piacevole e sicuro, non risulta mai dura o asciutta.

Rosolo un trito molto grossolano di cipolla con un pizzico di sale a fuoco basso in modo da imbiondirla e stufarla senza che si colori troppo, quindi aggiungo la carne e la sigillo per bene girandola facendo attenzione a non bucarla.

Quando la carne é ben colorita aggiungo in padella sedano e carote tagliati a pezzi grossi, sfumo con vino rosso e continuo la cottura a fuoco molto lento e con coperchio, bagnando ogni tanto con vino rosso in modo da mantenere l'intingolo della carne morbido.
Quando finisco il vino rosso inizio a bagnare con il brodo vegetale, salo, aggiungo abbondante pepe, una foglia di alloro e le spezie che ho a disposizione, in questo caso un bel rametto di timo profumatissimo.

Lascio cuocere a fuoco molto basso per 2h circa. Per risparmiare un po' di gas io uso una pentola in acciaio con il fondo molto spesso che continua la cottura per 20min anche da spenta se non si alza il coperchio, quindi ogni tanto spengo il gas e lascio andare in questo modo.

A fine cottura tolgo la carne la lascio raffreddare e quindi la taglio a fette non troppo sottili e le dispongo su un piatto da portata.

Frullo il fondo di cottura con un frullatore ad immersione, aggiungo un cucciaino di concentrato di pomodoro sciolto in brodo vegetale per ottenere un colore un po' piu' intenso, quindi addenso la salsa con un cucchiaio circa di amido di mais Molino Chiavazza sciolto in poca acqua.
Di solito faccio addensare la salsa asciugandola sul fuoco oppure aggiungendo della farina stemperata in acqua e facendo cuocere fino alla consistenza desiderata, ma devo dire che l'amido di mais Molino Chiavazza è molto piu' comodo e si ottiene una salsa lucida e dalla consistenza setosa.

Distribuisco la salsa così ottenuta sulla carne e al momento di servire scaldo qualche minuto e porto in tavola, in questo caso accompagnato con del purè di patate aromatizzato co noce moscata

Nessun commento:

Posta un commento